Giancarlo Polito

 

foto-chef

Nome: Giancarlo

Cognome: Polito

Dove lavora: La Locanda del Capitano - Via Roma 5/7 - Montone (Perugia)

Tel . 075/9306521 – 075/9306455

www.ilcapitano.com

 

Due chiacchiere con lo chef Giancarlo Polito.

E’ passato un po’ di tempo dall’ultima volta che ci sei venuto a trovare. Cosa è successo nel frattempo? Qualche capello bianco in più ed una passione per il mio lavoro sempre più forte. Sono passati circa 5 anni dall’ultima mia visita nella vostra cucina: malgrado gli impegni siano aumentati e con essi i miei viaggi in giro per l’Europa, non vedevo l’ora di venirvi a trovare e proporre ai vostri lettori alcune mie idee da “assaggiare”.

 

Creativa ma semplice, essenziale e rispettosa della tradizione. Questa è la tua cucina… Raccontacela. Adoro la semplicità in cucina: è molto più difficile e stimolante creare un piatto con due, massimo tre ingredienti. Questo, noi italiani, possiamo farlo grazie alla nostra innata creatività ed alla qualità dei prodotti presenti nel territorio. La tecnica deve essere quindi al completo servizio della qualità delle materie prime senza alterarne la sostanza.

 

Con l’arrivo della stagione più calda come cambia il tuo menù? Credo che una delle caratteristiche della mia cucina sia la delicatezza dei piatti, ancor più evidente nei piatti proposti alla carta con l’arrivo dei primi caldi. D’estate, ad esempio, amo proporre l’alta qualità della chianina umbra in tartare, i tartufi delle nostre colline e  propongo i primi  funghi in crudità.  Adoro, poi, cucinare “il mare”. Non posso, infatti, dimenticare le mie origini: i ricordi del mio Salento, sono immagini indelebili nella mia memoria e vi confesso che spesso adoro giocare con  gli  ingredienti delle due stupende terre che hanno accompagnato la mia vita: la Puglia e l’Umbria. Sono uno chef fortunato per essere nato nel mare verde del Salento e per vivere nel cuore verde dell’Umbria.

 

Qual è la soddisfazione più grande che trovi nel cucinare? L’essere libero: viviamo in un mondo dove un po’ tutti ci sentiamo “incatenati” tra obblighi e limitazioni di ogni genere. La mia cucina, accompagnata dalle note di Ludovico Einaudi (che vi consiglio di ascoltare), rappresenta la cosiddetta isola felice dove poter creare, viaggiare per poi strappare un sorriso al tavolo.

 

Che ambiente accoglie il cliente nel tuo ristorante? La locanda del Capitano fu l’originaria dimora del famoso Capitano di Ventura Braccio Fortebracci o Braccio da Montone e le mura del palazzo realizzato in pietra di fiume risalgono all’anno 1000. Ho voluto sin dall’inizio creare un’atmosfera diversa ed unica che somigliasse a quella di un salotto, tra  arredi antichi e in stile ed oggetti di alto artigianato umbro. Le pareti sono dedicate ad opere di pittori di pregio, quali Antonello Renzini, Franco Barrese e  Pavel Matchoka, che espongono le loro opere rendendo il mio salotto “dinamico” e creativo.

005

La Locanda del Capitano

Se qualcuno si volesse fermare, può pernottare presso la tua Locanda? La Locanda del Capitano è un romantico boutique Hotel creato volutamente piccolo da me e mia moglie Carmen. Solo dieci camere, arredate con fine artigianato locale, poste nel cuore del borgo medievale di Montone, in Umbria. L’idea nasce con lo scopo di   proporre ai nostri ospiti un albergo non convenzionale, piccolo, romantico ed accogliente.

 

Svolgi anche corsi di cucina? I corsi di cucina sono curati direttamente da me e da alcuni miei fidati collaboratori di cucina. L’idea è quella di usare ingredienti semplici ricavandone piatti interessanti da riproporre a casa, riscoprendo la magia della vera cucina povera.

 

Come è vivere in un antico borgo? A due passi dalle nuvole, come il titolo del mio libro fotografico, edito dalla casa editrice Morlacchi di Perugia. Un’opera che propone 100 miei scatti in bianco e nero e che rappresentano la gioia di vivere in uno dei borghi più belli d’Italia: luoghi in cui  semplicità, storia e tradizioni sono ancora presenti, rappresentando valori vivi e veri.

 

Progetti per il futuro? Ho da poco rinunciato ad un’offerta di trasferirmi a Londra per l’apertura di un ristorante, offerta lusinghiera, ma non consona al mio modo di interpretare il piacere di cucinare. Infatti ho scelto Montone, perchè ogni buon piatto ha bisogno di una sua cornice che deve essere ricca di fascino.

A giorni cucinerò, e sono veramente emozionato, nel museo di Enzo Ferrari a Modena dove racconterò, attraverso una “cena emozionale”, le imprese, le virtù ed i piaceri a tavola del “Drake”.

Sono spesso impegnato in diverse kermesse gastronomiche in Italia e in Europa, ma il mio vero rifugio, dove potrete trovarmi è la mia casa: La Locanda del Capitano.

Guarda le ricette di Giancarlo

scrivi
 
Nome*
 
Cognome
 
E-mail*
 
Richiesta
 
Codice antispam: per una maggiore sicurezza inserisci il codice che leggi sotto nel box a fianco
   
Dichiaro di aver preso visione della informativa privacy, autorizzo il trattamento dei miei dati personali.
     


piùCUCINA è un' idea di Quadò Editrice

Quadó s.r.l. telefono: 059/821945 - Via Cesare della Chiesa, 133 – 41126 – Modena
Cap. Soc. Euro 52.000 int. Vers. – Cod. Fisc. e Part. IVA n. 02554010369
C.C.I.A.A di Modena n. 4620
Marketing Informatico: Web Marketing & E-Commerce