Giuseppe Romano & Francesco Milano


Nome: Giuseppe

Cognome: Romano

Dove lavora: Ristorante Le Terme,presso le Terme di Fontecchio,Loc Fontecchio 4 – Città di Castello (Pg)

tel. 075/8628548 oppure 075/8520614

www.termedifontecchio.it

 

Nome: Francesco

Cognome: Milano

Dove lavora: Enoteca Tirar Tardi – via S. Antonio 5 – San Sepolcro – Ar

tel. 0575/741525

www.tirartardi.it

 

Nella foto gli chef  in redazione con la caporedattrice di piùCUCINA, Daniela Peli


Giuseppe come e quando i tuoi inizi in questo percorso? Ho iniziato nel 1983  frequentando una pasticceria di amici di famiglia; da lì ho avuto l’ispirazione verso quest’arte, poi spinto dai miei genitori ho frequentato l’Istituto Alberghiero Ippolito Cavalcanti di Posillipo. Le mie prime esperienze, quelle che mi hanno formato, sono avvenute all’hotel S. Germano parco Veseus, al Bosco Reale Napoli, poi ho aperto il ristorante Colibrì a Villa Ricca, e infine l’albergo Hotel Colibrì a Castel Volturno. Successivamente la mia voglia di crescere e fare esperienza mi ha portato all’estero, in Germania e in Giappone. In Umbria sono arrivato per la famiglia. Oggi sono chef all’hotel Terme di Fontecchio e,  dal novembre scorso, sono presidente dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani per la delegazione Umbria. Francesco, invece, è vicepresidente dell’associazione.

La finalità dell’associazione consiste nella valorizzazione e nella produzione di piatti e prodotti della terra dell’Umbria, facendoli conoscere attraverso la ristorazione e varie manifestazioni. Presso il convento dell’Hotel ha sede anche la Confraternita del Vin Santo. è qui che è nato il Vero Vin Santo e ogni anno le uve vengono messe ad appassire sotto le travi di legno, poi si produce il Vin Santo della Confraternita delle Terme di Fontecchio. Annualmente si svolge anche la riunione della Confraternita con la degustazione dei vini prodotti negli anni passati. Il presidente Gianarcangelo Pasqui ha cura e custodisce gelosamente questo prodotto nella cantina del convento.

Quale è il tuo stile di cucina? Propongo una cucina tipica rivisitata, cioè una cucina del territorio che viene rivista con accorgimenti di tecniche più aggiornate e moderne, come le cotture e gli ingredienti più salubri. Mi piace anche esibirmi nella cucina creativa e creare nuovi piatti e nuove sensazioni olfattive.

Quali sono i tuoi obiettivi? Crescere  professionalmente, anche a livello personale e portare il mio nome un poco fuori dalla regione Umbria, facendomi maggiormente conoscere.

*********************

Francesco parlami di te, quando hai iniziato? Ho iniziato nel 2003 dopo aver conseguito il diploma nella scuola alberghiera di Noverato. Mi sono appassionato sempre di più a questo lavoro e ho cercato di fare diverse esperienze lavorative, tra queste presso il Grand Hotel di Rimini e presso l’Hotel la Cosuccia di Santa Teresa di Gallura. Dal 2006 sono a Città di Castello dove gestisco l’Enoteca  ristorante Tirar Tardi.  Qui, oltre alle 700 etichette, propongo una cucina tipica toscana rivisitata attraverso  l’alleggerimento delle preparazioni e l’innovazione delle tecniche per renderla maggiormente fruibile dai palati giovani e moderni. E’ poi di recentissima inaugurazione il ristorante il Giardino di Piero, in memoria di Piero della Francesca, sublime pittore rinascimentale. Qui realizziamo una cucina tradizionale puntando sulla freschezza delle materie prime, dai produttori del posto a”kilometro 0”.

Cosa vedi nel tuo futuro? Il mio futuro è ora. Sono giovane e ho tanto ancora da imparare in questa professione. Sono un entusiasta e vorrei sperimentare ancora tanti aspetti del “fare impresa e ristorazione”.

Quali sono e gli chef che ti hanno ispirato? Tra i tanti vorrei citare Gualtiero Marchesi e Paolo Teverini. Paolo perché ha una cucina estremamente legata al territorio con una forte impronta personale, e il maestro Gualtiero Marchesi perché, con altri illustri maestri,  ha reso famosa e impareggiabile la cucina italiana nel mondo.

 

Guarda le ricette di Giuseppe

Guarda le ricette di Francesco

Condividi Su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RICEVI GRATUITAMENTE IL NOSTRO EBOOK CON LE MIGLIORI RICETTE: