Gran bollito alla piemontese


Ingredienti

7 tagli di circa 600 grammi cadauno:
punta di petto, fiocco,
costata grassa, costata magra,
coscia, spalla e il sottopancia
7 ornamenti di carne:
coda di bue, lingua di bue,
testina, zampino di vitello,
gallina, cotechino e lonza
verdure:
2 carote
2 gambi di sedano
1 grossa cipolla steccata con chiodi di garofano
2 foglie di alloro
sale grosso
qualche grano di pepe

Dividete la cottura del bollito in tre casseruole molto capienti: una per le carni e la testina; una per la gallina ed una terza per il cotechino che va cotto in acqua non salata e senza verdure di guarnizione per circa 1 ora.

Versate nelle pentole abbondante acqua fredda, distribuite le verdure, una manciata di sale grosso e portate ad ebollizione.

Aggiungete la carne (la temperatura elevata dell’acqua consentirà la coagulazione delle proteine in superficie, questo impedirà ai succhi di disperdersi nell’acqua).

Riportate a bollore, schiumando all’occorrenza e cuocete a fiamma moderata e a pentola incoperchiata per 3 ore circa.

I tagli di carne che risultassero cotti prima, devono essere levati dalla pentola e conservati in un bagnomaria caldo.

Non appena la carne sarà cotta, trasferite tutto in una sola pentola e lasciate cuocere ancora per qualche minuto.

Conservate al caldo fino al momento di servire.

 

Fase 1. Distribuite le verdure nelle pentole.
Fase 2. Aggiungete la carne.
Fase 3. Prima di servire tagliate la carne a fette.
Condividi Su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RICEVI GRATUITAMENTE IL NOSTRO EBOOK CON LE MIGLIORI RICETTE: